Archivio mensile:ottobre 2013

COS’È IL CUPSIT

Il Cupsit (Comitato unitario patrocinatori stragiudiziali italiani) non persegue fini di lucro. E si propone di:
– promuovere una visione unitaria e il coordinamento dell’attività delle associazioni professionali di riferimento;
– ricercare un quadro di riferimento normativo che porti la professione di patrocinatore stragiudiziale a un riconoscimento giuridico nell’ambito della libertà di esercizio;
– intraprendere ogni iniziativa utile per promuovere la professione, la professionalità, la certificazione e la qualificazione degli associati e di tutti gli esercenti attività riconducibili alla professione di patrocinatore stragiudiziale;
– promuovere e sviluppare un sistema di relazioni e alleanze strategiche con le associazioni a tutela delle vittime della strada, associazioni di categoria o consorzi di imprese artigiane, associazioni di giuristi, medici e avvocati specializzate nella materia del risarcimento del risarcimento del danno.

GUANTO ROBOTICO

Dal San Raffaele Pisana arriva un guanto telecomandato per la riabilitazione della mano in pazienti colpiti da ictus.
L’ Istituto, punto di eccellenza italiano nella riabilitazione, avrebbe ottenuto buoni risultati in nove casi su dieci.
L’ausilio, ancora in fase di “collaudo”, potrebbe essere molto valido per un proficuo recupero della mano nei tempi immediatamente successivi il sinistro evento.

CASI DI POLIOMELITE

Secondo l’ OMS, in Siria, vi sarebber casi di polio fra i bambini.
Non si esclude il diffonderi di un’epidemia nella zona Nord-Est del Paese.
La notizia è di alcuni giorni fa, ma è stata diffusa solo ora. Si attendono sviluppi.

CONTRAFFAZIONE MARCHIO NIKE

Aperte due indagini sul commercio di merci con marchio contraffatto su numerosi siti web.
I prodotti, provenienti forse da industrie manifatturiere orientali, sono privi di ogni controllo, celando eventuali insidie anche per la salute.
La contraffazione occupa una vasta fetta di mercato, e non ostante i frequenti controlli, riesce comunque ad insinuarsi creando grande danno all’occupazione.

MALATI GRAVISSIMI. RICHIESTE ACCOLTE

Per i malati di Sla e Sma1, relativamente al fondo per la non autosufficienza 2013 – 2014, la quota destinata a coloro che sono effetti da patologie gravissime dovrà essere destinata alla domiciliarità e non alle Residenze sanitarie assistenziali.
La distribuzione del Fondo verrà trattata il 5 novembre fra Anci, Conferenza Stato Regioni ed Inps.